Editoriale di fine anno

di A. Rapisarda

L’articolo di fondo di un giornale o di una rivista riflette di solito il pensiero del Direttore e della Redazione, e ne delinea la strategia editoriale. Nel caso di Oftalmologia Domani questa riflessione a voce alta ha lo scopo di fare un bilancio per l’anno trascorso, sul colloquio avuto con voi lettori, sempre diretto, e ora anche on line. Mancano pochi giorni e poi stapperemo le nostre bottiglie, ci daremo gli auguri, e manderemo in soffitta il 2018. Normalmente ogni editoriale di fine anno dovrebbe delineare un consuntivo dei traguardi raggiunti, tracciando propositi e prospettive per l’anno successivo

Le interviste di Oftalmologia Domani

Insieme al Direttore Antonello Rapisarda abbiamo sentito l’esigenza di aprire questa nuova rubrica ”Le interviste di Oftalmologia Domani” con lo scopo di far conoscere come si svolge nel quotidiano la vita professionale di alcuni protagonisti dell’Oftalmologia in Italia, e di fotografare, per quanto è possibile, le diverse realtà esistenti sul nostro territorio.

Riflessioni di un artigiano sul glaucoma

di Francesco Tita

È domenica pomeriggio sono a casa; per quasi tre giorni sono stato al Campus Costantino Bianchi a sentire di glaucoma.
Bello, bellissimo. Tutor di una bravura mostruosa. Eccezionale la organizzazione di Antonello Rapisarda e Stefano Gandolfi, che hanno trovato una formula estremamente didattica sia per i discendi che per i docenti.

Evoluzione della fotografia retinica e Imaging Widefield

di Amedeo Lucente


Abstract
L’imaging Widefield e Ultra-Widefield si è affermato nell’Oftalmologia con devices sempre più performanti e completi nella diagnosi delle patologie neuro-corio-retiniche.

MIGS e chirurgia mininvasiva ab externo. Mito o realtà?

di Marco Nardi


Vi è generale accordo sul fatto che la chirurgia del glaucoma permette un miglior controllo della pressione intra-oculare (IOP) rispetto alla terapia medica; la chirurgia tuttavia può essere gravata da complicanze e fallimenti per cui viene generalmente intrapresa solo quando gli altri presidi non sono efficaci; non è infatti erroneo affermare che l’intervento di trabeculectomia (che comunque rimane il gold standard della chirurgia del glaucoma) sia simile a fare un foro nella parete dell’occhio sperando che questo cicatrizzi ma non troppo.

Cannabinoidi e glaucoma

di Daniela Lombardo, Giuseppe Napolitano


La cannabis è un componente della famiglia delle Cannabaceae. Esistono tre principali specie di cannabis che variano per i loro costituenti biochimici

  • Cannabis sativa
  • Cannabis indica
  • Cannabis ruderalis
Le piante di marijuana hanno fiori sia di genere sia maschile che femminile; i fiori femminili (pistilliferi) sono la fonte della sostanza attiva.

Case report. Sindrome di Stickler: diagnosi di una collagenopatia

di S. Ciavatti, A. Di Giacobbe, M. Ilari, F. Bracci, M. Ciavatti


Già da qualche tempo seguiamo una famiglia con alta incidenza di patologie oculari quali: miopia degenerativa, cataratta e distacco di retina presenti anche tra i membri più giovani. Diversi componenti della famiglia presentano pure una facies particolare, assieme a una grande incidenza di patologie osteoarticolari e problemi di fonazione.

CNV OCT & Angio-OCT

di Amedeo Lucente


Abstract
La degenerazione maculare legata all’età AMD o ARMD (Age Macular Degeneration, Age Related Macular Degeneration) è un disordine della struttura della corioretina al polo posteriore con incidenza progressiva all’aumentare dell’età.

La cheratoplastica lamellare anteriore

di Vincenzo Scorcia


La chirurgia del trapianto di cornea (o cheratoplastica) ha vissuto negli ultimi anni una profonda rivoluzione grazie allo sviluppo di moderne tecniche di cheratoplastica lamellare; tali procedure si sono inizialmente affiancate al tradizionale trapianto di cornea perforante (PK), fino a rappresentare oggi le procedure di scelta nella terapia chirurgica della maggior parte delle patologie corneali.

Curva di apprendimento nella chirurgia della cataratta femtolaser-assistita con tecnica bimanuale e femtolaser a bassa potenza Ziemer LDV Z8

di Gian Maria Cavallini, Tommaso Verdina, Elisa Fornasari, Chiara Peppoloni, Riccardo Peschiera, Luca Campi


Scopo
Valutazione della curva di apprendimento nella chirurgia della cataratta femtolaser-assistita combinata con tecnica B-MICS attraverso microincisioni da 1.4 mm.

Perchè non si vede ancora la vera telemedicina

di Claudio Azzolini

Poco prima di guardarci tutti dall’alto, Costantino mi aveva chiesto un parere su come procedesse la telemedicina oggi.

Aveva già pubblicato un suo editoriale sulla teleoftalmologia su “Oftalmologia Domani” più di un anno fa, nominandomi, sullo spunto di un articolo del Dr. Fanton. Le sue riflessioni erano, come sempre, argute e condivisibili. Avevo quindi cominciato a preparare a mia volta questo articolo che leggerai, tu Costantino, dall’alto. In questi tempi ove tutto corre, vediamo se anche la teleoftalmologia sta correndo. Come si vede dal titolo, si comincia a correre, ma poco. E motivo le ragioni, in base alla mia esperienza, che non consentono ancora un vero decollo della cosiddetta telemedicina.

...Mamma non vedo l'aereo!

di Odile Correnti, Emilia Gallo, Rosalba Fresta, Antonio Rapisarda


V. N., paziente di anni 15, di sesso maschile, razza caucasica, miope elevato, affetto da ipoacusia neurosensoriale, si presenta alla nostra osservazione accompagnato dai genitori durante una visita oculistica ambulatoriale per disturbi visivi in ambo gli occhi.

Retinopatia diabetica: Overview, new imaging e prospettive future

di Amedeo Lucente


Il diabete mellito è una patologia conosciuta fin dall’antichità, variamente denominata e descritta nelle sue specifiche caratteristiche semeiologiche. Il termine diabete fu coniato da Areteo di Cappadocia (81-133 d.C.) che si accorse della eccessiva produzione di urina in questi pazienti, deriva dal greco antico “diabainein” attraversare (dià= attraverso, baino=vado).

Glaucoma e neuroprotezione

di A. Rapisarda, A. Spinello


Il glaucoma è una neuropatia ottica progressiva dovuta a molteplici cause ed è caratterizzato da una continua e inesorabile perdita di Cellule Ganglionari Retiniche e dei loro assoni che si associa ad una concomitante perdita della funzione visiva.

Un Faco per l'Africa

di Sebastiano Fava


Ho appena concluso la seconda parte del progetto “Un Faco per l’Africa” realizzato con il contributo del ROTARY International.